Cani da guardia

Non proprio, ma quasi.
Adesso guardo. È sera.
Nell’androne accesa la luce. Due scarpe da donna, stanno, tacco alto, sottile elegante. E le folle della fiera spingono, invasi strada e marciapiedi. E nell’androne silenzio di luce giallina, e poi una donna, elegante, scalza. Fra le braccia un bimbo. E le folle della fiera non ascoltano ragione, c’è chi mangia porchetta, chi nutella, chi panzerotti. E c’è chi compra perle di plastica e cappelli sintetici e borse di pelle a solo 30€.
Nell’androne compare e scompare la donna elegante, scalza. Rimangono immobili le scarpe tacco alto, ferme l’una accanto all’altra, cani da guardia.