Possedere se stessi

Non pensare che le cose buone che ti capitano siano dovute alle persone che incontri. O meglio: non dipendono da loro, sono la TUA storia. Loro ti ricordano di aprire porte che ci sono già nel tuo palazzo interiore.
Così quando ti innamori di qualcuno, la bellezza che improvvisamente vedi nel mondo non dipende da quella persona, ma da una stanza improvvisamente aperta dentro di te, un tuo territorio nel quale non ti eri mai prima avventurato/a. Tornarci, adesso che sai dove si trova, non è difficile.

6 commenti

  1. Insomma….non è nemmeno così semplice eh…..

    1. Già. Questa è un’invocazione. Una scaramanzia. Un desiderio metaforfosato in dichiarazione descrittiva e normativa…

  2. quello che hai scritto è esattamente quello che mi dice sempre il…mio amore! E ci credo.

  3. se la chiave che apre le porte (e ne sono convinta) è l’amore, dovremmo imparare a lasciarlo scorrere senza dover necessariamente essere innamorati

    1. sì, ma com’è difficile… sia innamorarsi sia non innamorarsi… sempre in bilico sul filo del “di più”…:-)

  4. Hai ragione, Elena. Non è difficile aprire quelle stanze, o esplorare quei territori. Semmai, la difficoltà ce la creiamo noi, ignorando l’esistenza delle maniglie per aprirne le porte ed entrarci…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 1.214 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: