Absolutely Sweet Françoise

l'autore a pezzi

Francoise Hardy (Photo by Reg Lancaster/Express/Getty Images)

Spinto dal recente acquisto delle ristampe in CD dei primi cinque album della meravigliosa Françoise Hardy, ed ebbro di vertiginosi ricordi di primi amori impossibili e per questo tanto più dolci (a proposito di vertigini, guardate il video di F.H. che canta Tous Les Garçons Et Les Filles in un luna park parigino: sono cose belle), sono andato a rileggermi la poesia che l’invaghito Bob Dylan le dedicò nel lontano 1964, “nascondendola”, come faceva ai tempi, sulla retrocopertina del suo quarto album, Another Side of Bob Dylan (quello di Chimes of Freedom e di It Ain’t Me, Babe).

Bob_Dylan_-_Another_Side_of_Bob_Dylan

Non contento di rileggerla, l’ho anche tradotta; e non contento di averla tradotta, ho deciso di dedicarle un pezzo dell’autore a pezzi, alimentando, già lo so, le annose polemiche sulla distinzione fra canzone e poesia e sulla statura – appunto – poetica del buon Robert Allen…

View original post 381 altre parole